Agenda Spettacoli

12
Dic

di Margherita Antonelli e Marco Amato

con Margherita Antonelli
regia Marco Amato
luci Marco Elli
musiche Serafino Tedesi
 
Questa è la storia di Orfea. Orfea è una donna ,che vive a Gerusalemme nell’anno 0. Un tempo difficile per una donna sola, vedova di un centurione romano al seguito di Ponzio Pilato.  Le giornate di Orfea si dividono tra il tempio, la fontana e quattro, lenzuola da stendere, chiacchiere con le altre donne. Una vita consumata nella tranquillità all’ombra della sua casa, ma un giorno vengono ad abitare vicino a casa sua, un coppia di giovani sposi. Lei è incinta. Si chiamano Giuseppe e Maria.  Da quel momento la vita di Orfea non sarà più la stessa: I giovani sposi la coinvolgono in questo loro vortice, che sarà la vita del loro bimbo, del quale Orfea si prende cura quando la madre è affaccendata nel quotidiano.
Si instaura fra Orfea e il bambino un rapporto di profondo amore, dove la vita di Gesù è guardata con amorevolezza e buon senso , da una donna semplice e forte come Orfea.
La donna assiste alla crescita di questo Di-Bambino, con la curiosità, la dolcezza, la fermezza di molte madri che vorrebbero il meglio per il loro figlio. Con cipiglio sempre esuberante lei difenderà, sosterrà, criticherà e si addolorerà al seguito di questo ragazzo, il “suo Gesù”, come una madre attenta e amorevole. Lo ascolterà sulla montagna, lo difenderà da chi lo vuole denunciare, lo accudirà alla morte, e si rallegrerà di questo Dio che mantiene le Promesse… sino alla Resurrezione.
In scena oggetti  semplici, per un Dio che ha usato pochi grani di senape, una pecorella, delle lanterne e poco altro, per spiegare la grandezza del Padre.
Una visione dei fatti del Vangelo teneramente riletti da una donna semplice, concreta, come dovrebbe essere la fede, quella fede in un Dio fattosi bimbo, ragazzo, adolescente e adulto. Una fede, quella di Orfea, fatta di cibo preparato con cura, di acqua presa alla fontana, di rimproveri benevoli, di cammini lunghi per ascoltarlo, di discussioni con gli scribi, di domande profonde, per difendere questo ragazzo “strano”.
 
STAGIONE TEATRALE 2019/2020
CINETEATRO SAN MICHELE
VIA ASILO - MAGNAGO(Mi)
Ingresso libero

 

13
Dic

Commedia in due atti scritta da Eduardo Scarpetta                       

NUOVA COMPAGNIA TEATRALE di ENZO RAPISARDA

Regia di Enzo Rapisarda

è una commedia scritta da Eduardo Scarpetta nel 1888, che raggiunse il successo del grande pubblico nel 1954 quando fu il grande Totò ad interpretare nel film di Mario Mattoli la parte del protagonista. Il film vede la partecipazione di attori di eccezione quali Sophia Loren, Valeria Moriconi, Carlo Croccolo. L’allestimento della Nuova Compagnia Teatrale per la regia di Enzo Rapisarda (13 gli attori sul palcoscenico) è stato portato in scena con strepitoso successo nei maggiori teatri italiani. In tournee dal 2006, continua ad essere una delle opere più richieste ed apprezzate di Scarpetta. Il segreto di un successo così duraturo, che può stupire considerando la semplicità della trama che sfrutta la contrapposizione tra i due ceti sociali: l’amara miseria e la grottesca nobiltà, in un contesto come quello attuale denso di spettacoli intrisi di effetti speciali e di comicità spesso volgare, è da ricercarsi nella freschezza e nella genuinità di battute dall’effetto esilarante che ne fanno una commedia affascinante e trascinante, che coinvolge lo spettatore dall’inizio alla fine tra equivoci, colpi di scena e gag memorabili, che fanno parte della tradizione della commedia napoletana.  

STAGIONE TEATRALE 2019/2020Vewnerdì 13 dicembre 2019 ore 21
TEATRO LA CAMPANELLA - BOVISIO MASCIAGO(MI)
info e prenotazioni tel.348/4020648 - 334/7007686                                                                                                                                                          
12
Gen
Le leggende del castello                                                                                                        
raccontate da Chiara Magri                                                                       
Collaborazione artistica di Tiziano Manzini
 
Teatro del Vento  dai 4 anni, per tutti                                                                                                        

Intrighi e sorprese, nelle sale del castello gran signori che desiderano l’impossibile ma non trovano la felicità. Nella sala del Re il trono oggi è vuoto, chi sarà il prossimo regnante? Il futuro è incerto: avremo un re degno, saggio ed amato, oppure uno folle, bislacco e scellerato? Sul trono si sono avvicendati decine di Re, portandosi appresso una corte popolata di dame, cavalieri, principini, medici, imbroglioni, maghi, ministri e furbacchioni. Ogni volta tutto cambia nel palazzo ma nella sala del trono resta la vecchia e fedele serva, buffa e canterina, pronta ad accogliere i nuovi regnanti. Potrete scoprire antiche storie, piene di intrighi e imprevisti,  ridere della stupidità di grandi nobili che desiderano l’impossibile, ma nel frattempo si rodono d’invidia e non riconoscono la felicità. Entrerete nella sala del trono accompagnati da una narratrice che, attraverso preziosi antichi reperti, rievoca straordinari fatti giunti fino a noi. Come avviene nelle commedie l’ultima parola sarà affidata al personaggio della serva che ci rivelerà come il regno o si salvò dalle stravaganze dei Re.

Domenica 12 Gennaio 2020 ore 16,30 
TEATRO LA CAMPANELLA - BOVISIO MASCIAGO (mb)
INGRESSO €. 7,00 Posto Unico
info e prenotazioni 348/4020648 : 334/7007686
 

 

17
Gen
                                      
Commedia in due atti di Alessandro Martorelli
Compagnia Teatrale La Creta                                                          
Francesco Tricoli, Sabato Punzi, Francine Leruth, Valentina Occhipinti Eliana Baruffi, Paolo Tedesco
Regia Francesco Tricoli

Commedia brillante e molto divertente, che vuole mettere in luce in modo esilarante, tutte le gelosie, le meschinità e i rancori che caratterizzano i rapporti umani che a volte si instaurano nel mondo del lavoro. Una dimostrazione di quello che succede, anche al limite dell’impossibile e del paradossale, quando arroganza, arrivismo e ambizioni sfrenate guidano le relazioni tra colleghi. Gli scienziati parlano già di... Follia d’ufficio! Lo spettacolo gioca molto con il ritmo delle parole e la sincronia dei movimenti. In una storia dove l’autore mette a nudo, con ironia e leggerezza, la facilità con cui l’uomo cede alle sue più infime inclinazioni pur di raggiungere i propri obiettivi. Lo spettatore si troverà al centro di una carambola di espedienti e trovate che trasformeranno l’ambiente un po’ convenzionale di un ufficio in un vero palcoscenico, sul quale si alterneranno colpi di scena e personaggi insoliti che agiranno in un esilarante crescendo.

Venerdì 17 Gennaio 2020 ore 21
TEATRO LA CAMPANELLA - BOVISIO MASCIAGO (MB)
STAGIONE TEATRALE 2019/2020
INGRESSO €. 10,00 Posto Unico
info e prenotazioni tel.348/4020648 - 334/7007686
02
Feb
IN VIAGGIO VERSO OZ
Musical in due atti per bambini e famiglie
Accademia Teatrale Fanteatro      
Regia Stefania Ceravola   dai 4 anni, per tutti

Era una casa davvero carina, con una stanza e una bella cucina. Era bella, era bella davvero si trovava in Kansas al numero zero…. Pronti a scoprire con Dorothy e i suoi strampalati amici alla scoperta del meraviglioso mondo nascosto dietro l’arcobaleno? A portare in scena in modo originale una delle favole classiche più amate dai bambini è l’Accademia Teatrale Fanteatro di Limbiate, che con il suo giovanissimo cast di attori, cantanti e ballerini ci condurranno in uno dei regni più affascinanti mai esistiti, quello di Oz. Tanti i fantastici incontri che Dorothy farà insieme ai suoi compagni nell’avventurosa scoperta di questo regno magico dove è stata casualmente catapultata: streghe buone e malvagie, maghi e bizzarri animali. Un viaggio emozionante e il desiderio di una meta stretta nel cuore: tornare a casa.

Domenica 2 Febbraio 2020 ore 16,30 
TEATRO LA CAMPANELLA - BOVISIO MASCIAGO (mb)
INGRESSO €. 7,00 Posto Unico
info e prenotazioni 348/4020648 : 334/7007686
 

Pagine